Ottosublog

Not your everyday neuromarketing blog

Category: Articoli

Una spesa più salutare grazie ai nudge: ci prova un supermercato inglese

Alimenti sani in bella mostra, ricettari e cibo spazzatura posizionato lontano dallo sguardo. Un supermercato di Londra prova a favorire abitudini d’acquisto più sane: ma funziona?

Il “tatto” digitale: come il touch influisce su shopping online e in store

L’87% dei consumatori, prima di acquistare, controlla online se il prodotto faccia al caso suo. Ma come cambia la percezione tra mouse e schermo touch?

Emozionare e convincere sul punto vendita. È questione di sensi

Convincere ad acquistare un prodotto tra mille altri è sempre più complicato: la chiave sta nel coinvolgere le persone a livello emotivo e sensoriale

Leggere aiuta a essere empatici? Le neuroscienze rispondono

Lo aveva capito Aristotele già nell’Antichità, ma ora le neuroscienze sembrano confermarlo: leggere ci permette di vivere e pensare come gli altri e quindi ci rende più empatici

A lezione di nudging: scelte di default ed errore di post-completamento (VI)

Eccoci al sesto appuntamento con gli articoli dedicati alla teoria dei nudge. Come abbiamo già approfondito nelle puntate precedenti, gran…

A lezione di nudging: influenze sociali e ignoranza pluralistica (V)

Imitare è nella natura dell’uomo: è per questo che il comportamento altrui influenza il nostro così facilmente. La società è essa stessa un pungolo

A lezione di nudging: planning fallacy, inerzia e applicazioni behavioral (II)

Secondo articolo dedicato alla teoria di nudge: tra previsioni troppo ottimistiche e il nostro amore per le situazioni di default, vediamo in quali situazioni i pungoli possono tornarci utili per compiere scelte migliori e in modo più semplice

A lezione di nudging: cos’è la spinta gentile

A volte, per prendere la migliore decisione possibile, abbiamo bisogno di piccoli aiuti per superare gli ostacoli che ogni scelta porta con sé: vediamo insieme cosa sono e come funzionano i nudge

Becoming a love brand: ispirare le persone per far amare i propri prodotti

Ci si può innamorare dei propri brand preferiti? Secondo le neuroscienze, nonostante lo scetticismo, in parte sì: è tutto merito dell’ossitocina