Ottosublog

Not your everyday neuromarketing blog

Page 3 of 15

Come il “Framing” cambia la percezione dei messaggi, sia in circostanze normali che eccezionali

La cornice attraverso cui osserviamo la realtà influisce in maniera determinante sul modo in cui processiamo gli stimoli, influendo sul nostro decision making anche in situazioni particolari come quella attuale, legata a COVID-19

Se il brand name si lega all’attualità… come le associazioni implicite influenzano le nostre decisioni d’acquisto

Il nostro cervello è fatto per legare concetti anche lontani tra loro per dare senso alle informazioni: che può accadere a un brand se, improvvisamente…

Il neuromarketing in pratica: cos’è e come funziona la fMRI (la risonanza magnetica funzionale)

Tra gli strumenti più ingombranti e costosi, c’è la risonanza magnetica funzionale, un tool però fondamentale per scoprire quali aree si attivino nel cervello di fronte a un particolare stimolo, interno ed esterno.

Il neuromarketing, in pratica: cos’è e come funziona lo IAT

Scoprire quali associazioni implicite sono collegate a brand e prodotti è essenziale per veicolare correttamente i propri messaggi: è con l’IAT che possiamo osservarlo

Il Natale e le neuroscienze: come agisce il non conscio tra addobbi e regali

Chi lo dice che il neuromarketing non sia a tema natalizio? Tra doni, profumi di cannella e All I Want for Christmas is you, scopriamo come si comporta il nostro cervello durante le Feste. Parola a Barbara Monteleone

La crescita esponenziale del bio: il punto di vista di Ottosunove

Parola a Rossana Clementi, pm di Ottosunove, che traccia un bilancio dell’esplosione del bio, che dalla GDS ha conquistato anche la GDO.

Il neuromarketing, in pratica: cos’è e come funziona l’EEG

Scoprire quali stimoli riescono ad attivare il cervello, che tipo di onde esso genera in risposta: ecco cosa misura l’EEG, strumento che il neuromarketing utilizza molto spesso per testare l’efficacia di spot, prodotti o allestimenti in store

Il neuromarketing, in pratica: cosa sono heart rate e GSR

Le nostre reazioni emotive di fronte a uno stimolo sono spesso impercettibili: per questo il neuromarketing osserva le risposte fisiologiche (HR, GSR) che il nostro corpo offre quando esposto a un determinato stimolo

Il neuromarketing, in pratica: cos’è e come funziona l’eye-tracking

Per provare l’efficacia di campagne pubblicitarie e prodotti, ci si può affidare all’eye-tracking e comprendere cosa cattura lo sguardo del pubblico