OTTOSUNOVE a Shopper Brain Conference

OTTOSUNOVE a Shopper Brain Conference
Marketing, comunicazione e percorsi nei punti vendita: nuovi punti di vista offerti dal neuromarketing.


13 October 2017 - Visite : 273
#neuromarketing #retail

Si è svolta nei giorni 5 e 6 ottobre ad Amsterdam la sesta edizione di Shopper Brain Conference, evento organizzato da NMSBA (Neuromarketing Science & Business Association). Ottosunove è partner di NMSBA e per il quarto anno consecutivo abbiamo partecipato alla due giorni di conferenze, che rappresenta uno degli appuntamenti più importanti a livello internazionale con particolare attenzione all’ambito retail per quanto riguarda il neuromarketing. Questa disciplina attinge dagli studi e dalle ricerche delle neuroscienze sui processi cerebrali una sempre più approfondita conoscenza del processo di scelta e acquisto delle persone. Da sempre l’approccio strategico, di ideazione e realizzazione dei progetti di Ottosunove si basa sullo studio e sugli insight derivanti dalle ultime conoscenze in questo campo.


Shopper Brain

Conference anche quest’anno è stata una fonte molto ricca e autorevole di spunti e insegnamenti attraverso le parole di esperti del settore. Tra gli speaker che si sono susseguiti durante i due giorni di conferenza, abbiamo trovato di particolare interesse alcuni temi.

I fondamenti e le conoscenze mutuate dalla scienza comportamentale possono aiutare ad agevolare i processi di scelta e d’acquisto rendendoli più facili e motivanti perché più coerenti con le naturali inclinazioni umane (Matthew Willcox).

Una ricerca effettuata attraverso l’uso dell’Implicit Association Test ha evidenziato come differenti azioni promozionali (taglio prezzo, buy one get one free, o tre per due) abbiano efficacia differente, ed effetti positivi o negativi, sulla percezione delle marche, a seconda che siano applicate a comparti merceologici con diversa life shelf (Eamon Fulcher). Un approccio di marketing emozionale differenziante è particolarmente utile anche in settori di mercato come quello bancario, che ancora tendono ad utilizzare strategie e comunicazioni più tradizionali (Graeme Newell). E’ sempre più evidente come la multisensorialità sia estremamente utile nell’amplificare la User Experience, e in questo campo una recente ricerca ha dimostrato in particolare l’efficacia di abbinare stimoli olfattivi a diverse esperienze di VR (Andy Myers). Il neuromarketing è in costante evoluzione e risulta sempre più utile per chi si occupa di marketing  e comunicazione.

Noi di Ottosunove siamo sempre attenti a cogliere nuove evidenze e a conoscere casi pratici di business e ricerche interessanti. Sono tutti stimoli, esperienze e conoscenze che ci aiutano nell’organizzazione della prossima edizione di CERTAMENTE, Italian Neuromarketing Days, che si terrà a Milano nei giorni 10 e 11 Maggio 2018.

 




Articolo di Marco Ceste